Articoli con tags ‘ sviluppo ’

Se il futuro di Bologna si decide nei salotti “buoni”

27 novembre 2009 | Di | Categoria: Notizie

Dopo Cgil e Cna, arriva il primo affondo targato Pd al comitato dei saggi varato da Comune e Provincia di Bologna per elaborare il piano strategico della città. Durissima la presa di posizione del senatore democratico Gian Carlo Sangalli [continua a leggere...]



Per un new deal ecologico

5 febbraio 2009 | Di | Categoria: Notizie

Nei giorni scorsi si è svolto a Roma il primo appuntamento tematico in preparazione della Conferenza programmatica del PD “Un new deal ecologico. La sfida ambientale per affrontare la crisi e rilanciare l’economia” [...]



Un’occasione per cambiare l’Italia

12 gennaio 2009 | Di | Categoria: Notizie

Pubblichiamo l’articolo di Gian Carlo Sangalli sullo Small Business Act che uscirà sul prossimo numero della rivista quadrimestrale “Quaderni di ricerca sull’artigianato”, edita dalla CGIA di Mestre. “Con lo Small Business Act l’Unione Europea ha inteso sollecitare, dando attuazione al Programma Comunitario di Lisbona, l’assunzione di politiche, orientamenti e comportamenti degli Stati tendenti a favorire la crescita delle piccole e medie imprese. Il contesto culturale e politico in cui maturano gli orientamenti dello SBA è quello del Trattato di Lisbona del 2000 e della successiva Conferenza di Feira sulle PMI. Va ricordato che con la Conferenza di Lisbona i Paesi dell’Unione Europea hanno inteso proporre una visione di sviluppo dell’Europa, sia sul versante economico che su quello sociale e culturale. Essi, dandosi un arco di tempo decennale, hanno individuato nello sviluppo dell’economia della conoscenza e nella modernizzazione dei sistemi produttivi le condizioni per rendere l’Europa un grande sistema competitivo al pari degli Stati Uniti e dei paesi emergenti dell’Estremo Oriente [...]



Il Partito Democratico per le imprese e per lo sviluppo

3 aprile 2008 | Di | Categoria: Notizie

Il PD assume l’aumento della ricchezza nazionale come obiettivo principale del suo programma di governo. Uno sviluppo forte e duraturo deve fondarsi sull’ambizione di puntare all’incremento della produttività totale dei fattori e deve perciò essere inclusivo e di qualità. Inclusivo, perché fondato su un nuovo patto sociale tra i lavoratori e le imprese, tutte le imprese, e per valorizzare la contrattazione di secondo livello. Di qualità, perché generato dalla competitività del Sistema Paese sul piano della cultura, dell’educazione, dell’ambiente, della tecnologia, della sicurezza, della legalità e di una Pubblica Amministrazione profondamente riformata. Di qualità, perché teso ad investire in conoscenza, ricerca, innovazione. Per liberare le energie delle imprese e renderle sempre più competitive lo Stato deve essere il miglior partner possibile di ogni imprenditore [...]